Cristallo pregiato: il sale marino integrale

Cristallo pregiato: il sale marino integrale

Di colore bianco candido il sale può sembrare tutto uguale,  non è così!

La maggior parte del sale che arriva sulle nostre tavole viene raffinato e  sbiancato industrialmente rendendolo puro CLORURO di SODIO , in parole povere viene privato di sostanze nutritive essenziali importantissime (compreso lo iodio)  ecco perchè  al suo abuso sono imputati tanti svantaggi (ritenzione idrica, innalzamento della pressione arteriosa, rischio di insorgenza di malattie cardiovascolari).

 Meglio consumare il sale marino integrale, è grezzo e non ha subito nessun processo chimico, contiene circa 90 minerali essenziali che fanno bene al nostro organismo, aiuta a digerire i carboidrati e fa lavorare meglio organi come  reni e fegato.

A differenza del sale chimico, ha grandi proprietà organolettiche, provate a gustarlo su una fetta di pomodoro crudo biologico, anche senza condimenti,  sentirete che differenza!

Oltre al sale marino ci sono in commercio altri sali integrali ottimi che contengono al loro interno i minerali naturali che ne danno la particolare colorazione ( sale dell’Himalaya –  sale marino Celtico – sale viola dell’India – sale dolce dell’Utah)

Il sale integrale italiano è caratterizzato dal colore bianco, ottimo quello Mothia dell’Isola San Pantaleo (TP)  dove il sale viene ancora raccolto a mano.

Credo proprio che valga la pena sostituire il sale comune con il sale integrale!

Si può acquistare in erboristeria e nei negozi biologici

 

 

 

 

Tags: ,

Lascia un Commento