Piatto di ortaggi e patate al forno

Piatto di ortaggi e patate al forno

Ingredienti (le quantità sono a piacere )

  • patate di grandezza media;
  • zucca gialla;
  • melanzane;
  • sale integrale;
  • aglio
  • 1 mazzetto di odori misti (salvia, rosmarino, timo, menta ,prezzemolo)
  • 1 pizzico di sale;
  • 1 cucchiaio d’olio.

Preparazione

Lavate e sbucciate gli ortaggi , tagliate le melanzane a fettine  spesse ( 2 cm circa) nel senso della larghezza (se avete la fortuna di  procurarvele biologiche potete lasciare la buccia, è  molto gustosa ) , la zucca a spicchi e le patate  in 4 quarti,  foderate con carta forno una teglia capiente e spennellatela con olio  extra vergine di oliva, disponetevi gli ortaggi  sistemandoli a settore ( vedi immagine) cospargete le patate di timo, salvia e rosmarino, le melanzane e la zucca li condirete dopo la cottura.

Infornate  a 170°  per 30 minuti in  forno ventilato.

A cottura ultimata spennellate d’olio di oliva e guarnite le melanzane con  foglie di menta e aglio,  la zucca con 1  ciuffetto di prezzemolo.

Potete benissimo aggiungere o sostituire  altri tipi di ortaggi   e verdure   che preferite,  a patto che ne  verifichiate  la compatibilità  in cottura.

 

Cristallo pregiato: il sale marino integrale

Cristallo pregiato: il sale marino integrale

Di colore bianco candido il sale può sembrare tutto uguale,  non è così!

La maggior parte del sale che arriva sulle nostre tavole viene raffinato e  sbiancato industrialmente rendendolo puro CLORURO di SODIO , in parole povere viene privato di sostanze nutritive essenziali importantissime (compreso lo iodio)  ecco perchè  al suo abuso sono imputati tanti svantaggi (ritenzione idrica, innalzamento della pressione arteriosa, rischio di insorgenza di malattie cardiovascolari).

 Meglio consumare il sale marino integrale, è grezzo e non ha subito nessun processo chimico, contiene circa 90 minerali essenziali che fanno bene al nostro organismo, aiuta a digerire i carboidrati e fa lavorare meglio organi come  reni e fegato.

A differenza del sale chimico, ha grandi proprietà organolettiche, provate a gustarlo su una fetta di pomodoro crudo biologico, anche senza condimenti,  sentirete che differenza!

Oltre al sale marino ci sono in commercio altri sali integrali ottimi che contengono al loro interno i minerali naturali che ne danno la particolare colorazione ( sale dell’Himalaya –  sale marino Celtico – sale viola dell’India – sale dolce dell’Utah)

Il sale integrale italiano è caratterizzato dal colore bianco, ottimo quello Mothia dell’Isola San Pantaleo (TP)  dove il sale viene ancora raccolto a mano.

Credo proprio che valga la pena sostituire il sale comune con il sale integrale!

Si può acquistare in erboristeria e nei negozi biologici

 

 

 

 

Tagliatelle di casa integrali

Tagliatelle di casa integrali

Ingredienti per 4 persone

  • 400 gr. di farina integrale di grano tenero;
  • 200 gr. di acqua

Preparazione

Disponete la farina sul tavolo lasciando un incavo a centro dove verserete , un pò alla volta, acqua a temperatura ambiente, lavorate gli ingredienti fino ad ottenere un bel panetto omogeneo e liscio che avvolgerete in una pellicola trasparente e lascerete riposare  per mezz’ora circa.

Trascorso questo tempo riprendete il panetto,  dividetelo in tanti piccoli pezzi e incominciate a stendere   la sfoglia per le tagliatelle ( lo spessore e la lunghezza della sfoglia dipende dal vostro gusto personale) .

Se possedete una macchina per la pasta fresca il lavoro sarà molto semplice, passate la sfoglia attraverso lo stampo apposito per le tagliatelle. Se non avete la macchina, non disperatevi, fate quello che ho fatto io copiando da mia madre: infarinate per bene la  sfoglia e poi arrotolatela su se stessa come se fosse uno strudel, iniziate a tagliare la pasta a strisce, man mano allargatele con le mani per non farle attaccare e adagiatele su un vassoio infarinato.

In una pentola portate ad ebollizione l’acqua, versate poche gocce d’olio d’oliva per non  fare attaccare la pasta durante la cottura e  lasciare cuocere per  6 minuti circa.

Potete condire le tagliatelle con funghi trifolati e prezzemolo oppure con ragù di verdure e ortaggi vari.

Torta rustica integrale alla frutta

Torta rustica integrale alla frutta

Ingredienti per 6 persone

  • 200 gr. di farina integrale di grano tenero;
  • 50 gr. di maizena;
  • 1 bustina di lievito secco per dolci;
  • 150 gr. di zucchero  grezzo di canna ;
  • kg 1,200 di frutta di stagione  a pezzetti (io ho utilizzato pera, pesca, mela,nocipesca e banana, il risultato è stato ottimo)
  • 4 cucchiai da minestra di succo d’acero;
  • succo di 1 arancia;
  • 1 pizzico di sale;
  • Buccia di 1 limone grattugiata;
  • 1 -2  frutti per guarnire, se volete.
  • Zucchero  di canna a velo  (potete farlo voi stessi nel macinino elettrico).

Preparazione

Lavate, sbucciate e tagliate la frutta  a dadi grossolani ,  mettetela in una terrina  aggiungendo il succo di limone per non farla annerire.

Nel frattempo miscelate in una terrina capiente la farina e la maizena  con il lievito per dolci, aggiungete  la mezza banana schiacciata, lo zucchero di canna ,il pizzico di sale,lo sciroppo d’acero, la buccia grattugiata del limone e da ultimo la frutta .

Non è necessario usare fruste elettriche.

Mescolate a lungo gli ingredienti  con un cucchiaio di legno affinchè tutto si amalgami bene, in un primo momento potreste trovare difficoltà  a sciogliere gli ingredienti in quanto non sono presenti grassi e uova ma quando la frutta sprigiona il succo il tutto diventerà cremoso!

Se volete, potete completare la torta con  1/2 frutti a piacere, tagliateli a fettine e guarnite secondo la vostra fantasia.

Imburrate  e spolverizzate di farina una teglia dal diametro di 26/28 cm e versatevi  il composto.

Infornare a 160°  per 30 minuti circa se avete il forno ventilato, 180° forno classico.

Fate raffreddare e spolverizzate con zucchero  di canna a velo

 

Perchè mangiare integrale?

Perchè mangiare integrale?

Come già premesso , ho vissuto personalmente cosa vuol dire mangiare  “inconsapevole” pertanto in  questo primo post  vorrei condividere  le mie informazioni su alimentazione  integrale  ed in particolare su farina integrale.

Fino a poco tempo fa pensavo che gli alimenti  integrali  fossero  addirittura dannosi per l’intestino se mangiati in eccesso (producono scorie: avviso del  medico specialista !)

Dopo accurate ricerche  ed esperimenti dieteteci personali  ho individuato  la grande varietà di alimenti integrali, dal sale marino allo zucchero grezzo di canna ai  cereali in chicchi e fiocchi (riso, orzo, frumento, miglio, segale, avena, mais, grano saraceno)   tutti alimenti di grande digeribilità, scoprendone le proprietà benefiche.

Il chicco di cereale integrale  in genere contiene quasi tutte le sostanze nutritive e dietetiche importanti per l’alimentazione umana, le fibre contenute in esso assolvono funzioni  importanti nel processo digestivo:

·         Danno una sensazione di sazietà perché permangono a lungo nello stomaco;

·         Stimolano la funzione intestinale;

·         Contribuiscono ad evitare le patologie dell’intestino crasso

e cosa non da poco hanno un ridottissimo apporto calorico!!

Le farine  bianche raffinate che troviamo in commercio sono state private, prima del processo di macinazione,  dal germe e dalla crusca, sostanzialmente arriva  nel nostro intestino  un corpo farinoso privo di vitamine, minerali e  fibre!

Nel  prossimo post dettaglio di altri cibi integrali.