Benessere Integrale visita Expo Food&Wine

food&wine catania

dopo la visita al Salone Bio SANA 2014 a Bologna visiteremo “Expo Food and Wine” (dal 29 al 30 Novembre e il 1° dicembre) a Catania, un salone volto alla diffusione dell’eccellenza vitivinicola ed agroalimentare italiana e in particolar modo di quella siciliana

Varie iniziative a corollario della manifestazione che nei tre giorni vedrà il susseguirsi di degustazioni, aperitivi, corsi, laboratori, seminari e cooking show

Noi ci concentreremo particolarmente sui percorsi dedicati al Bio, al mercato equo e solidale e ai prodotti “gluten free” e seguiremo un interessantissimo seminario sulla valorizzazione dei grani siciliani che vedrà l’intervento di numerosi attori del settore tra i quali Bonetta Dell’Oglio (Chef e Ambasciatrice dei Prodotti Slow Food nel Mondo), Nello Blanciforti (Stazione Sperimentale di Granicoltura per la Sicilia), Paolo Guarnaccia (Docente presso il Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie della Facoltà di Agraria di Catania) e Davide Longoni (Maestro Panificatore – Panificio Davide Longoni)

 

Pancake integrali ai 5 cereali

Pancake integrali ai 5 cereali

In alternativa alla solita colazione, ecco come preparare dei soffici pancake integrali, sani e golosi, ideali anche  per la merenda dei bambini!

Ecco la ricetta per 10 pancake:

Ingredienti

  • 100gr. di farina semintegrale;
  • 2 cucchiai di farina integrale di mais;
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci;
  • 1 cucchiaino di miele;
  • 1 cucchiaino di malto d’orzo;
  • 1 cucchiaino di vaniglia pura;
  • 2 cucchiai colmi di fiocchi di cereali misti (ho acquistato una confezione di  fiocchi misti al naturale di : orzo, segale, avena, riso, frumento);
  • 1 pizzico di sale;
  • ml 150 di latte di soia o di riso.

 Preparazione:

In una ciotola miscelate  le farine con il lievito e la vaniglia. Aggiungete il miele, il malto d’orzo, il pizzico di sale, i fiocchi di cereali e da ultimo il latte vegetale.Lavorate tutti  gli ingredienti aiutandovi  con un frustino fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Scaldate un padellino antiaderente, spennellatelo solo una volta con una goccia di olio d’oliva, con un mestolo piccolo versate il  composto e fate cuocere  a fuoco medio, quando girateli quando iniziano a fare le bollicine. Trasferiteli in un piatto e spolverizzateli con zucchero di canna a velo.

Potete condire i vostri pancake con dolcificanti naturali come miele, sciroppo d’agave, sciroppo d’acero o marmellata naturale bio.

Muffin integrali mela e cannella

Muffin integrali mela e cannella

Eccovi un’altra sfiziosa e gustosissima variante di un dolce apprezzato da tutti e in qualunque momento della giornata: i Muffin!

Ve li  proponiamo al gusto di un frutto tipico di questo periodo(la mela) e speziati con la cannella!

 

 

Ingredienti per circa 18 muffin di media grandezza:

  • 400 gr. di mele
  • 250 gr. di farina integrale
  • 100 gr. di maizena
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 200 gr. di zucchero di canna
  • 1 banana piccola schiacciata (sostituisce l’uovo)
  • scorza del limone grattuggiata
  • 2 vasetti di yogurt bianco di soia o latte di soia
  • cannella q.b.

 Preparazione:

In terrina lavorare la farina con la maizena, il sale, il lievito e lo zucchero di canna

Sbucciate le mele, privatele della buccia e del torsolo e tagliatele a dadini molto piccoli. Spremete subito delle gocce di limone sopra per non farle annerire

Aggiungetele all’impasto insieme alla  banana schiacchiata e alla scorza di limone grattugiata.

Per amalgamare il composto si possono utilizzare i due vasetti di yogurt bianco di soia oppure del latte di soia, quanto basta per rendere l’impasto omogeneo.

Aggiungete cannella in polvere nella quantità desiderata, secondo il proprio gusto.

Imburrate (meglio se con margarina vegetale) e infarinate gli stampi, versate il composto e mettete in forno caldo (circa 180°) per 25-30 minuti.

Spolverizzare i muffin con zucchero a velo e cannella.

 

Pizza fatta in casa

Pizza fatta in casa

Oggi mi è venuta voglia di preparare una bella pizza tutta casalinga!

Una ricetta “health” poichè nell’impasto ho messo  solo buona farina integrale, acqua e lievito, senza grassi e facile da digerire. Dimenticavo: pochissime calorie! In proposito, voglio segnalarvi l’interessante puntata di REPORT del 5 ottobre 2014 dedicata appunto all’argomento. La trasmissione punta il dito contro la pizza che viene consumata comunemente, dall’impasto agli oli, fino al cartone che le contiene! Quello che scaturisce dall’inchiesta è preoccupante, a quanto pare ci propinano una pizza a dir poco tossica: impiego di farine raffinatissime, come la manitoba e la 00, utilizzo di olio di semi e di palma, formaggi di dubbia provenienza e lievitazione rapidissima. Ovviamente esistono  le eccezioni, anche se poche.

Alla fine emerge (la comunità scientifica lo conferma) che le farine raffinate non hanno nessun valore nutritivo e che  per fare una buona pizza (e non solo)  bisogna usare farine integrali, olio evo e  lunghe lievitazioni.

Ecco gli ingredienti per la pasta base per pizza per 2 persone:

  • 300 gr. di farina integrale;
  • 200 gr. di farina di grano duro macinata a pietra;
  • 1 cucchiaino di malto d’orzo ( va bene anche il miele)
  • 1 cucchiaino raso  di sale  integrale;
  • 30 gr. di lievito madre secco (io uso quello di farro, facilmente reperibile nei negozi bio e nelle erboristerie)
  • 250 ml di acqua, le quantità possono variare (deve essere tiepida max 35°)

Preparazione

Versate le farine a fontana sulla spianatoia insieme al lievito madre, aggiungete un pò di acqua tiepida ed iniziate ad impastare fino a quando il lievito si scioglie bene .

Aggiungete il malto d’orzo, impastate, salate, versate ancora altra acqua e lavorate per bene, almeno per 15 minuti. Alla fine il vostro impasto deve risultare molto morbido. Mettete a lievitare il panetto (coprite con un canovaccio di cotone) per 2 ore nel  forno spento o in luogo  al riparo da correnti d’aria.

Trascorso questo tempo, riprendete l’impasto e con le mani stiratelo direttamente su una teglia precedentemente spennellata con pochissimo olio di oliva o carta forno e lasciate riposare ancora per 1 ora.

Quando la base sarà ben lievitata potete condire la pizza a vostro piacimento, consiglio sempre alimenti leggeri, portate il forno a 220° infornate e cuocete per circa 25 minuti. La pizza che vedete nell’immagine di copertina  è farcita con pomodoro, origano, olive, capperi e basilico, un filo d’olio extra vergine d’oliva  è stato aggiunto dopo la cottura.

In alternativa  potete farcirla con :

1) pomodoro, piselli, olive nere, carciofini, uovo sodo ed un filo d’olio evo a fine cottura           (carciofini e piselli vanno bene anche surgelati, sbollentati per 10 minuti e sgocciolati);

oppure bianca :

2) fate bollire 2 patate grosse per 10 minuti , fate raffreddare, sbucciatele e tagliatele a fette dallo spessore di un cm circa, adagiatele sulla base della pizza mettete su qualche rametto di rosmarino e una cipolla bianca affettata.

Pane integrale fatto a mano

Pane integrale fatto a mano

Preparare il pane in casa è facile ed è molto economico, per farlo buono e fragrante, anche senza la macchina del pane, non c’è bisogno di avere grandi doti, basta scegliere farine e lieviti giusti, impastare per bene e non avere fretta.Protagonista del mio pane è sempre la farina integrale con aggiunta di farina di grano duro macinata a pietra e semola Senatore Cappelli che danno una buona consistenza all’impasto. Autoprodurre è sempre gratificante, è la certezza di avere alimenti sempre sani, freschi  e genuini…

Ingredienti:

  • 500 gr. di farina integrale;
  • 300 gr. di farina di grano duro macinata a pietra;
  • 200 gr. di farina Senatore Cappelli;
  • 1 cucchiaino raso di sale  integrale;
  • 1 cucchiaio di malto d’orzo (oppure 1 cucchiaino  di miele);
  • 25 gr. di lievito madre di Kamut;
  • 500 ml. circa  di acqua.

Preparazione

Versate le farine in una ciotola molto capiente, fatevi un incavo versate il lievito madre e un pò di acqua tiepida, iniziate a mescolare lentamente fino a quando il lievito si scioglie bene .

Aggiungete il malto d’orzo, versate ancora altra acqua ed iniziate a lavorare l’impasto fino ad ottenere un composto abbastanza omogeneo, se volete, potete aiutarvi con un cucchiaio di legno.

A questo punto aggiungete il sale impastando ancora un pò, trasferite  il composto sulla spianatoia lavorandolo con le mani per circa 15 minuti. Alla fine la pasta deve essere liscia, elastica, morbida e non deve attaccarsi al piano di lavoro. Potete aggiungere altra farina se l’impasto dovesse risultare troppo morbido o al contrario qualche cucchiaio d’acqua se troppo duro.

Adesso coprite il panetto  con un  tovagliolo di cotone e lasciatelo lievitare per 3 ore nel forno spento oppure in un luogo riparato,  durante la stagione invernale uso un  antico metodo, una copertina di lana leggera sopra il panno di cotone, servirà a mantenere caldo il panetto.

Trascorse le 3 ore riprendete la pasta sulla spianatoia e lavoratela ancora per qualche minuto, dividetela in 5 panetti, potete dare la forma che più vi piace, nel mio caso ho allungato i panetti a forma di ciabatte, adagiatele delicatamente  su una placca rivestita di carta forno, coprite nuovamente con il panno di cotone e lasciate riposare ancora per mezz’ora.

Intanto accendete il forno e portatelo a 200°,  infornate il vostro pane e cuocete per 30 minuti circa, controllate  la doratura e poi sfornatelo.

Questo pane si mantiene benissimo anche 7 giorni, io lo conservo  avvolto in un canovaccio di cotone dentro  il tipico sacchetto di carta per alimenti.